Punti dolenti comuni durante il cambiamento e come affrontarli

    nov 27, 2020 | Posted by Filippo Bucci

    Il cambiamento organizzativo è raramente un viaggio agevole. Ci saranno inevitabilmente dei dossi lungo il percorso. In questo blog, abbiamo identificato tre "punti deboli" comuni e modi in cui possono essere superati.

    Resistenza dai gruppi colpiti

    Prosci® spesso descrive il cambiamento come il passaggio dallo stato attuale, attraverso lo stato di transizione, allo stato futuro (le tre fasi del cambiamento). Pensa allo stato attuale come alla zona di comfort e allo stato futuro come all'incertezza. È inevitabile che ciò provochi sacche di resistenza nella tua organizzazione.

    Tuttavia, la resistenza non è solo un piccolo ostacolo da superare: può comportare costi elevati come ritardi nei progetti, perdita di dipendenti stimati e inefficienze.

    Non possiamo permettere che questa resistenza marcisca e cresca. Idealmente, dobbiamo evitare che questa resistenza affiori anche in primo luogo, pianificando adeguatamente come affrontarla durante la fase di progettazione. Tuttavia, se la resistenza al cambiamento è già in atto, è comunque possibile adottare misure per mitigarla.

    Quando si pianificano le attività di gestione del cambiamento, i passaggi che è possibile adottare per prevenire la resistenza includono: coinvolgere gli sponsor, adattare le comunicazioni a un pubblico specifico e garantire una completa integrazione del progetto e dei team di gestione del cambiamento.

    Per quanto riguarda le situazioni in cui la resistenza esiste già, puoi tentare di mitigarla; identificare la causa principale della resistenza (le valutazioni ADKAR® di Prosci sono un ottimo strumento per aiutarti a determinarlo), organizzare una serie di attività al fine di ascoltare le preoccupazioni e rimuovere i "blocchi" personali riguardo al cambiamento, e abilitare e responsabilizzare manager e supervisori per agire come "gestori della resistenza" all'interno dei loro team.

    Sponsor che non svolgono efficacemente il loro ruolo

    Affinché il nostro lavoro di gestione del cambiamento abbia successo, abbiamo bisogno che i nostri sponsor siano coinvolti e che siano anche efficaci nel supportare il cambiamento durante tutto il ciclo di vita del progetto. Tuttavia, non è sempre così e spesso può essere un ostacolo per i responsabili del cambiamento.

    Il modo in cui superiamo questo "punto dolente" è assicurandoci che gli sponsor del cambiamento comprendano il loro ruolo e ciò che noi,  manager del cambiamento, ci aspettiamo da loro. Prosci parla dell'ABC della sponsorizzazione, che dovrebbe aiutarti in questo. 

    Gli sponsor devono:

      • Esere attivo e visibile per tutto il ciclo di vita del cambiamento, non solo al kick-off meeting e alla chiusura del progetto.

      • Creare una coalizione. Il tuo sponsor non sarà sempre in grado di dedicare il proprio tempo a comunicare il cambiamento e, sebbene non debba delegare tutte le proprie responsabilità, può creare una coalizione di sponsorizzazione per sostenere il proprio ruolo.
      • Comunicare direttamente con i gruppi interessati che aiuteranno a iniziare una comprensione del cambiamento.

    Mancanza di un framework comune per la gestione del cambiamento

    Un altro ostacolo che può avere un effetto sul modo in cui svolgi il tuo lavoro di gestione del cambiamento può essere la mancanza di un quadro comune di gestione del cambiamento a cui tutti aderiscono.

    Sui cambiamenti che hanno un impatto complessivo basso, ciò potrebbe non avere un effetto così dannoso.

     

    UK - Blog Image - 3 Approaches to Managing Resistance

    Tuttavia, su cambiamenti  che hanno un impatto sull'intera organizzazione in modo più ampio, la mancanza di pratiche comuni può portare i dirigenti senior a sentirsi frustrati e disimpegnati. Proprio coloro che sono le persone di cui abbiamo bisogno per sostenere il cambiamento, come sottolineato in precedenza in questo blog.

    L'introduzione di questo è davvero un'ambizione a lungo termine e si basa sul sostegno dei vostri dirigenti senior. Tuttavia, se puoi dimostrare chiaramente l'impatto positivo che questo può portare a un'organizzazione, i tuoi cambiamenti futuri ne avranno sicuramente il vantaggio.

    Potresti riscontrare queste tre sfide comuni durante il cambiamento e, si spera, ci siano alcuni suggerimenti utili in questo blog che possano aiutarti lungo il percorso.


    Interessato/a a saperne di più?

    Potresti prendere in considerazione l'idea di partecipare a uno dei nostri corsi pubblici di certificazione Prosci® Practitioner, dove avrai accesso a molti degli strumenti e dei modelli che possono aiutarti nel tuo lavoro di gestione del cambiamento.

    Il prossimo corso si svolgerà dal 26 al 28 Gennaio. Iscriviti il prima possibile!

     

     

    Topics: best practices, CMC, ADKAR, change management certification, project management, Project ROI, Change Project, eToolkit, Prosci, Getting Started with Change Management, Virtual Learning

    Registrazione per  il Corso Virtuale