Virtuale vs faccia a faccia ... qual è il migliore?

    dic 18, 2020 | Posted by Harri Pyke

    Oggi confronterò l'esperienza della formazione in un ambiente virtuale rispetto all'apprendimento in classe faccia a faccia, ma prima, lascia che ti riporti all'inizio del XX secolo ...

     Nel 1926 l'inventore, ingegnere elettrico e futurista di fama mondiale Nikola Tesla fu chiesto di prevedere le tecnologie del futuro.

     Le risposte dei suoi colleghi includevano varie teorie che devono ancora essere realizzate, come servi robot, macchine volanti e colonie sulla luna.

     Eppure Tesla descrisse, un po 'stranamente, un pezzo di tecnologia che presto sarebbe diventato il fulcro delle nostre vite moderne. Ha detto in un'intervista:

     

    “Saremo in grado di comunicare tra di noi istantaneamente, indipendentemente dalla distanza. Non solo, ma attraverso la televisione e la telefonia ci vedremo e ci sentiremo l'un l'altro perfettamente come se fossimo faccia a faccia, nonostante distanze intermedie di migliaia di miglia ".

     

    Non è affascinante? 94 anni fa Tesla fu in grado di concettualizzare e descrivere il mezzo che avrebbe rivoluzionato il modo in cui apprendiamo, il modo in cui facciamo affari e persino la vita come la conosciamo.

     Tutto sommato, tuttavia, dubito che qualcuno avrebbe potuto prevedere che nel 2020 questa tecnologia sarebbe diventata uno strumento imperativo nel campo dell'istruzione, dell'autosviluppo e della formazione.

     In CMC Partnership Global forniamo formazione sulla gestione del cambiamento da oltre 19 anni. Per la maggior parte di quel tempo ci siamo concentrati sulla fornitura di lezioni frontali dinamiche e interattive basate in aula.

     Quindi, ovviamente, come il resto del mondo, siamo stati costretti a intraprendere un enorme cambiamento noi stessi poiché ci è stato richiesto di passare invece a VILT (Virtual Instructor-Led Training) a causa della pandemia COVID-19 e del successivo blocco.

     Non è da sottovalutare che questa è stata una sfida enorme. Naturalmente, c'era la preoccupazione che un cambiamento così fondamentale nella struttura dell'erogazione della nostra formazione potesse avere un impatto sul prodotto finale che i nostri apprendisti ricevono - formazione che ci ha dato un nome e una reputazione di cui siamo orgogliosi.

     Con nostra grande gioia, abbiamo scoperto che VILT è stato un successo clamoroso e che sicuramente continuerà a lungo dopo che questa pandemia sarà diventata un lontano ricordo.

     Detto questo, non appena è diventato sicuro farlo, abbiamo iniziato a reintrodurre l'apprendimento in classe utilizzando misure sicure e di allontanamento sociale e continueremo a farlo con la massima cura per la nostra clientela.

     

    Apprendimento virtuale e faccia a faccia ... qual è la differenza? Quali sono i pro e i contro di entrambe le opzioni?

    Faccia a faccia

     I vantaggi:

     L'opportunità di incontrare professionisti e reti che la pensano allo stesso modo.

    È inevitabile che trovarsi di persona, nello stesso luogo ed essere in grado di leggere il linguaggio del corpo e altre espressioni non verbali, questo produrrà un ambiente incoraggiante di connessione e collaborazione tra gli studenti.

    I tempi tra l'apprendimento, come durante le pause e il pranzo.

    Essendo qui in un ambiente sociale rilassato e di persona, la conversazione può essere in grado di essere; in modo più fluido ed è possibile che sia qui che emergono alcune delle scoperte più profonde, anche se spesso inconsapevolmente.

     Gli svantaggi:

    La conversazione può andare fuori tema, portando forse a un programma affrettato

     È possibile che gli studenti estroversi possano dominare la discussione in classe.

     Le persone sono più impegnate di quanto non lo siano mai state.

    Può essere più difficile per un individuo convincere i propri capi, e anche le proprie famiglie, che la formazione è giustificata quando può essere loro richiesto di fare i pendolari per lunghe distanze e di stare lontani dalla scrivania per un detto pendolarismo.

     VIRTUALE

     I pro:

     L'apprendimento è efficiente, tiene bene il tempo e rimane in tema.

     La formazione virtuale può essere completata in uno spazio familiare e confortevole come l'ufficio o da casa.

     Alcuni introversi potrebbero essere in grado di impegnarsi con più successo.

    Attraverso l'uso di strumenti online come quiz e sondaggi che consentono l'anonimato e consentono loro di comunicare i propri pensieri senza timore di essere giudicati dai propri coetanei.

     I dipendenti di organizzazioni internazionali possono ricevere formazione simultaneamente nonostante le migliaia di miglia di distanza tra loro.

    Io stesso di recente ho frequentato un corso di formazione interna insieme a colleghi di Singapore, Sud Africa e Italia, ed è fantastico per garantire la coesione organizzativa nonostante le diverse posizioni geografiche e fusi orari.

     Nuove tecnologie.

    La pandemia ha provocato un'improvvisa diffusione di VILT e questa è un'area che continuerà a crescere solo con tecnologie rivoluzionarie che sicuramente emergeranno e creeranno un'esperienza di apprendimento ancora più coinvolgente.

    I contro:

     Le persone sono vincolate dalla dipendenza da una connessione Internet stabile.

     C'è una tendenza da parte di alcuni a spegnere le telecamere durante un corso VILT, il che ovviamente riduce le interazioni non verbali della classe.

    Gli istruttori spesso non hanno altra scelta che fidarsi che tra una discussione e il lavoro di gruppo l'individuo sia completamente coinvolto e non distratto dai suoni delle notifiche e-mail in arrivo.

     Detto questo, siamo orgogliosi di essere riusciti a evitare lo scenario sopra menzionato nei nostri ambienti virtuali con notevole successo. Come ha affermato Liam Hughes, di SP Energy Networks, dopo aver frequentato uno dei nostri corsi virtuali:

     

    "La formazione è stata estremamente coinvolgente e stimolante che ha portato a un'elevata partecipazione e discussione."

     

    Inoltre, siamo stati entusiasti del feedback molto positivo riguardo alla formazione virtuale, inclusi alcuni dei nostri migliori punteggi fino ad oggi. Come puoi vedere nel grafico qui sotto per il mese di luglio, che a causa delle restrizioni all'epoca erano interamente VILT, abbiamo ricevuto un punteggio di feedback positivo del 100% per il quale siamo felicissimi.

     

    Training ratings

     

    Qui in CMC Partnership Global siamo fortemente impegnati a fornire formazione adatta alle tue esigenze, e siamo qui per aiutarti con la gestione dei cambiamenti.

     

    Vuoi saperne di più?

    Visita il nostro website oppure contattaci.

    Potrebbe anche interessarti che Lunedi 14 Dicembre si svolgerà un webinar, gratuito, su come costruire un Business Case per il change management.


     

     

    Topics: best practices, CMC, ADKAR, change management certification, project management, Project ROI, Change Project, eToolkit, Prosci, Getting Started with Change Management, Virtual Learning

    Registrazione per  il Corso Virtuale